Pensiero innovativo: metodo, talento e tecnologia al Galileo Festival dell’Innovazione

By Daniela Samà 7 months agoNo Comments
Home  /  Eventi  /  Pensiero innovativo: metodo, talento e tecnologia al Galileo Festival dell’Innovazione
Galileo Festival dell'Innovazione di Padova

Da giovedì 11 a sabato 13 maggio si è tenuta a Padova la V Edizione del Galileo Festival dell’Innovazione, una manifestazione internazionale durante la quale imprenditori e professionisti si incontrano per raccontare le loro esperienze di innovazione nel campo dell’impresa e dei servizi.

Venerdì 12 maggio anche Stefano Righetti (amministratore delegato di Hyphen-Italia) ha partecipato insieme a Patrizio Bof (fondatore e presidente di Infinite Area) e Domenico Lepore (founder di Intellingent Management) a un incontro dal titolo Pensiero innovativo: metodo, talento e tecnologia, promosso da Adacta Innovation L@b e moderato da Paolo Boschini (responsabile di Adacta Innovation L@b).

L’intervento di Stefano Righetti si è sviluppato su tre tematiche in particolare, di cui potete leggere di seguito una trascrizione.

Quali sono i vantaggi e le sfide della digitalizzazione ?

Partecipazione Stefano Righetti a Galileo Festival dell'InnovazionePrima di intraprendere con la propria impresa un processo di digitalizzazione è necessario valutare attentamente i vantaggi e le sfide collegate.

I vantaggi sono traducibili in due concetti: accessibilità e opportunità.

Dal punto vista commerciale, per esempio, la digitalizzazione consente di raggiungere target, mercati e nicchie impensabili con mezzi tradizionali, permettendo anche a piccole realtà di eccellenza di emergere.

Nel mondo del R&D di prodotto e dei servizi, invece, la digitalizzazione rende disponibili informazioni, tecnologie e supporti che permettono velocità di realizzazione e standard qualitativi inaccessibili fino a qualche anno fa.

L’accessibilità delocalizzata e senza confini offerta dal digitale, tuttavia, non deve indurre alla perdita di contatto con la materia, con la fisicità delle cose e delle relazioni dirette.

Per quanto riguarda le sfide, di primaria importanza è lo sviluppo e l’aggregazione di capacità e competenze necessarie a disegnare nuove strutture organizzative, in grado di progettare nuovi prodotti e servizi che, attraverso l’uso di strumenti e mezzi digitali, permettano di porre realmente il cliente al centro in modo etico e rispettoso delle persone e dell’ambiente. Per questo la trasformazione digitale dovrà permettere la costruzione di nuove forme e dinamiche di comunicazione e relazione tra persone, servizi e organizzazioni.

Il mercato del lavoro costituisce una seconda sfida: la trasformazione digitale richiede nuovi ruoli e competenze e ha portato, di fatto, alla nascita di molte nuove figure professionali con vari gradi di specializzazione. È importante per le organizzazioni – e costituisce un loro dovere sociale – compiere azioni e iniziative volte allo sviluppo, la trasformazione e la formazione di queste nuove competenze.

Cosa intende per filiere reali e filiere digitali?

galileo-festival-innovazione-hyphen-italia Se osserviamo, per esempio, un sistema di E-commerce B2B o B2C – come del resto qualsiasi altro servizio on-line di comunicazione, promozione e vendita – si scopre che il carburante per farlo funzionare sono i contenuti digitali di prodotto, editoriali e di brand, intendendo con “contenuti” tutto l’insieme di asset digitali (immagini, disegni, testi) che vanno a formare quella che nella nostra azienda chiamiamo Identità digitale di prodotto (e di brand).

Sostanzialmente crediamo che ogni prodotto e servizio avrà sempre più la necessità di un “avatar digitale” da spedire sulla rete in relazione alle necessità di applicazione, contesto e canale. Prestando attenzione ai processi necessari per sviluppare questi contenuti – al processo editoriale di prodotto appunto – si possono rilevare due principali fattori critici nel processo di digitalizzazione.

In primo luogo, ogni canale o contesto presenta processi editoriali dedicati che manifestano ridondanze di asset, contenuti, attività e processi. Gli effetti negativi di questa situazione non sono solo economici, ma si ripercuotono soprattutto sulla capacità dell’azienda di esporsi al mondo digitale in modo coerente, allineato e affidabile: tutti elementi importanti per l’ingaggio e la fidelizzazione dell’utente.

festival-innovazione-padova- galileo-hyphen-italiaIl secondo fattore – per arrivare a rispondere alla domanda –dipende dal fatto che lo sviluppo di questi contenuti avviene attraverso una continua interazione tra la filiera di prodotto (Product Supply Chain) e la filiera del contenuto (Digital Supply Chain).

All’interno della prima catena ricadono tutti ruoli che supportano i processi legati al prodotto fisico nelle sue varie fasi di vita: dall’idea alla produzione, dalla vendita al customer service.

Parallelamente, esistono nelle organizzazioni anche ruoli che si occupano di far conoscere, promuovere e vendere questo prodotto o servizio. Sono quelli che appartengono alla seconda catena, la Digital Supply Chain.  Anche loro hanno bisogno di sviluppare e produrre qualcosa e in questo caso si tratta di contenuti e informazioni, da utilizzare in chiave marketing, commerciale, editoriale.

Purtroppo nella maggioranza dei casi i processi del prodotto fisico e quelli del contenuto sono considerati in modo dissociato e con una forte ottimizzazione “locale”.

Questo confina i vari processi in silos separati, costringendoli a comunicare in modo frammentario e limitato, quando invece la digitalizzazione richiede che la filiera del prodotto fisico e quella del contenuto lavorino in modo sistemico e integrato. La capacità di un’organizzazione di sincronizzare questi due mondi si trasformerà a breve in un vantaggio competitivo e costituirà la premessa fondamentale per una reale trasformazione digitale.

Quale percorso dovrebbe seguire un’azienda “digital conscious”?

Il processo di trasformazione digitale è come in una gara per fondisti: gli scatti devono essere ben ponderati, altrimenti servono a poco. Troppo spesso, infatti, il ritmo incalzante del mondo digitale genera l’erronea convinzione che la digitalizzazione sia un fatto soprattutto di scatto e velocità.

La conoscenza del contesto, delle proprie capacità, dei limiti e delle caratteristiche dell’organizzazione, sono elementi determinanti in contesti di questo tipo.

galileo-festival-innovazione-hyphen-italia-padovaCome in alcune competizioni di ultra-marathon in ambienti particolarmente ostili, in cui la sottostima delle complessità del contesto può addirittura costare la vita all’atleta, le organizzazioni non devono sottovalutare il reale sforzo necessario per impostare e gestire un progetto di trasformazione digitale.

Un’azienda che affronti un progetto di trasformazione digitale, inoltre, deve accertarsi fin da subito di conoscere nel dettaglio e condividere internamente anche i propri processi e il sistema che governa le conversazioni tra ruoli e ambiti.

Sviluppare questo stato di consapevolezza e mantenerlo nel tempo è fra i principali fattori alla base della costruzione di una Digital Supply Chain di valore, realmente integrata con la Product Supply Chain.

In questo scenario, il grado di responsabilità di un’organizzazione che si trova nel ruolo di fornitore nel mondo delle tecnologie e dei servizi a supporto della trasformazione digitale è alto e richiede un cambio di paradigma nella gestione della relazione tra i fattori in campo, supportato da un solido metodo operativo.

About Hyphen-Italia

Affianchiamo le organizzazioni nel cammino verso la digitalizzazione aziendale.
Siamo convinti che le tecnologie siano solo uno strumento necessario ma non sufficiente per realizzare progetti di reale valore per il cliente.

I nostri interventi nascono dall’analisi della situazione corrente dell’organizzazione e dalla successiva progettazione di un percorso di change management personalizzato, volto al miglioramento delle procedure e dei processi che alimentano le sue attività di comunicazione, promozione e vendita omnicanale. Infine, individuiamo e sviluppiamo i tools tecnologici più adatti in base alle esigenze specifiche dell’azienda e del mercato di riferimento.

Per approfondire il nostro approccio e le nostre soluzioni, contattaci compilando il form o scrivici un’email a marketing@hyphen-italia.com. Non vediamo l’ora di conoscerti!

Share this post...
Category:
  Eventi

Leave a Reply

Your email address will not be published.